dr.ssa Emanuela Giuggioloni,
Psicologa, Psicoterapeuta Rogersiana, formata presso lo IACP di Roma, formatrice autorizzata Kids’ Workshop.

KIDS’ WORKSHOP 

Laboratorio esperienziale per bambini dai 3 ai 11 anni, ideato da Barbara Sheppard Williams, psicoterapeuta statunitense, allieva di Carl Rogers e di Virginia Satir.

Si tratta di un modello unico nel suo genere, nato con lo scopo di aiutare i bambini ad avere un buon rapporto con sé stessi, gli altri ed il mondo, sviluppare una buona autostima, esprimere i propri pensieri e sentimenti in modo chiaro e diretto ed a sviluppare la propria fantasia e l’esperienza creativa.

Attraverso il gioco, l’esperienza creativa, il rilassamento emozionale e la valorizzazione delle differenze individuali, il Kids’ Workshop aiuta i bambini a migliorare il rapporto con se stessi, con i coetanei e con il mondo degli adulti e ad affrontare in maniera efficace i problemi che incontrano quotidianamente.Inoltre, può aiutare a prevenire le situazioni di disagio che sempre più spesso interessano il mondo del bambino, quali l’iperattività, l’aggressività, il fenomeno del bullismo, la difficoltà di concentrazione, la difficoltà ad accettare le regole del vivere sociale.Il corso è tenuto esclusivamente da professionisti formati e certificati dall’Istituto dell’Approcccio Centrato sulla Persona (IACP) che ha l’esclusiva sul metodo in Italia ed autorizzati da Barbara Williams.

 

GENITORIALITÀ

dr.ssa Emanuela Giuggioloni,
Psicologa, Psicoterapeuta Rogersiana, formata presso lo IACP di Roma, formatrice autorizzata Kids’ Workshop.

La genitorialità rappresenta una funzione assai complessa che incorpora in sé, sia aspetti individuali relativi quindi alla nostra idea (in parte conscia e in parte inconscia) di come un genitore deve essere e, sia aspetti di coppia ossia della modalità relazionale che i partner condividono nell’assolvere questo specifico compito. Questa complessità spiega come non sia possibile confinare la genitorialità solo nell’evento biologico della nascita ma come, invece, essa produca significativi cambiamenti individuali e relazionali che, saranno presenti ed in continua evoluzione lungo tutto il resto del ciclo vitale degli individui coinvolti. Non si può essere genitori sempre allo stesso modo perché sarà necessario assolvere impegni differenti e adottare modalità comunicative e interattive diverse secondo l’età dei figli. Tutto ciò implica, quindi, la capacità dinamica di “rivisitare” continuamente il proprio stile educativo, affrontando in modo funzionale i cambiamenti che la vita può portare.